Istituto Internazionale Di Studi Liguri - Ciclo di conferenze - ::: La rete civica del Comune di Albenga :::

archivio notizie - ::: La rete civica del Comune di Albenga :::

Istituto Internazionale Di Studi Liguri - Ciclo di conferenze

 

Sabato 15 febbraio 2020, nella Sala degli affreschi del palazzo Peloso Cepolla, avrà inizio il ciclo di conferenze organizzato dalla Sezione Ingauna dell’Istituto di Studi Liguri, che ancora per quest’anno è dedicato al territorio del Centa, al grande ventaglio di valli maggiori e minori, ampia area aperta verso Albenga e il mare, che ha costituito il dominio dei Liguri Ingauni, poi del municipium e della Diocesi.

Il ciclo di conferenze proseguirà ogni sabato alle ore 16.30, con i seguenti appuntamenti:

 

sabato 15 febbraio   Francesca Imperiale, Soprintendenza Archivistica della Liguria;                         La  tutela della documentazione archivistica

ore 16,30  Maura Fortunati, Università degli Studi di Genova.

Una comunità è lo specchio della sua identità: gli Statuti di Onzo.

 

sabato 22 febbraio      Magda Tassinari,  Storica dell’arte.

ore 16,30 Ricami come pittura e tessuti preziosi del Rinascimento in Liguria di Ponente.

 

sabato 29 febbraio      Andrea Spiriti, Università degli Studi dell’Insubria.

ore 16,30  San Giorgio di Campochiesa: l'affresco dei novissimi e una lectura Dantis

 

sabato 7 marzo           Fulvio Cervini, Università degli Studi di Firenze.

 ore 16,30 Scolpire il paesaggio nel Cinquecento. L'antirinascimento dei lapicidi di Cènova.

                                  

sabato 14 marzo  Fausta Franchini Guelfi, Università degli Studi di Genova.

ore16,30 Scultura settecentesca in legno policromo nel Ponente: Anton Maria Maragliano e la sua scuola.

 

sabato 21 marzo  Massimiliano Caldera, Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per il Piemonte.

ore 16,30 Corridoi geografici e strategie di spostamenti tra le valli della Centa e il  Piemonte sud-occidentale alle soglie del Rinascimento.

 

Al termine del ciclo di conferenze sono previste anche le visite sul territorio a Onzo e Vendone e a Cenova e Lavina, in data da destinarsi.